fotografare la luna

Come Fotografare

Come fotografare la Luna

Chi di voi non è mai rimasto affascinato dalla bellezza della luna? può sembrarti banale ma per ottenere una buona foto è necessario conoscere poche nozioni di base che in questo articolo cercherò di spiegarti.

Fasi Lunari

Andiamo con ordine, prima di prendere in mano la tua reflex è importante conosce il soggetto della nostra foto: la luna. Come sicuramente saprai non è sempre visibile allo stesso modo ma è caratterizzata da diverse fasi lunari che si ripetono ogni 29 giorni circa. Chiaramente nella fase di luna nuova, non essendo visibile, è inutile programmare un serata fotografica, a meno che non vogliate approfittarne per fotografare le stelle 😉

Per capire in quale periodo del ciclo lunare ci troviamo, in modo da programmare la serata giusta per fotografare la luna, utilizzo una comodissima App installata sul mio smartphone. Esistono numerose app che funzionano più o meno bene, eccovene 2 che ho trovato molto comode e carine, sia per Android che per iOS.

Passiamo ora alla parte pratica.

Quale attrezzatura scegliere e come impostare la nostra reflex.

  1. Per quanto riguarda l’attrezzatura è importante focalizzarsi non tanto sul corpo macchina quanto sull’obiettivo da utilizzare. Se il nostro scopo è quello di fotografare un bel primo piano della luna sarà necessario utilizzare un teleobiettivo con una lunghezza focale da almeno 200mm. L’ideale per ottenere un risultato molto dettagliato sarebbe utilizzare un obiettivo da 500 mm. Ma mi rendo conto che non tutti, nemmeno io, abbiamo a disposizione un’ottica di tale portata. Vi assicuro che già tra i 200mm e i 300mm si ottengono risultati soddisfacenti, come ad esempio la foto ad inizio articolo.
    Utilizzando un obiettivo al di sotto di queste focali, potremmo ottenere lo stesso foto molto belle, ma le dimensioni della luna saranno abbastanza ridotte.
  2. Attenzione alla luce! come sicuramente saprai la luna non brilla di luce propria, ma quello che noi vediamo è semplicemente la luce sole che la illumina e che la superficie lunare riflette. Per questo motivo quando settiamo i parametri della nostra reflex (Apertura del diaframma, Iso e tempo di esposizione) non dobbiamo ragionare in modalità notturna, altrimenti la luna risulterà totalmente sovraesposta ed otterremo una foto con un cerchio bianco/giallo. Essendo quindi una fonte luminosa, sarà necessario adottare tempi d’esposizione abbastanza brevi ed un diaframma non troppo aperto. Come al solito non esiste una regola specifica, anche perchè il bello della fotografia è anche quello di provare e sperimentare. Il consiglio che posso darvi e quello di iniziare con un set di impostazioni di partenza, ad esempio settate:
    • Apertura del diaframma: f/11
    • ISO: 100
    • Tempo di esposizione: 1/100 s

    in caso di luna piena dovrebbe già andare abbastanza bene. In ogni caso provate a scattare una foto con queste impostazioni e in base al risultato ottenuto andate a modificare il tempo di esposizione (massimo fino a 1/50 di secondo se state utilizzo obiettivi con focali molto spinte) o l’apertura del diaframma. Se possibile cerchiamo di conservare un valore ISO tra 100 e 200 in modo evitare totalmente il rumore.

  3. Utilizzando una focale abbastanza spinta è necessario cercare un buon punto d’appoggio per la nostra fotocamera, possibilmente un treppiede, in modo da renderla quanto più stabile possibile ed evitare foto mosse.
    Importante: se state utilizzando un treppiede e il vostro obiettivo dispone dello stabilizzatore, ricordatevi di disattivarlo altrimenti la foto risulterà mossa.
  4. Per ridurre ulteriormente il rischio di ottenere un foto mossa possiamo utilizzare un telecomando per lo scatto remoto, se ne abbiamo uno, altrimenti un soluzione gratuita è quella di utilizzare l’autoscatto della nostra reflex, impostandolo con almeno 10 secondi di ritardo.
  5. metti a fuoco la luna. questa è un operazione abbastanza delicata. Personalmente, una volta inquadrata la luna, passo in modalità “live view” è metto a fuoco manualmente. Successivamente provo a fare uno scatto per controllare se tutti i dettagli della luna (crateri, bordi, ecc) sono ben definiti. Se non sono soddisfatto cerco di migliorare il focus. Personalmente preferisco il focus manuale perchè molto spesso, soprattutto nelle fotocamere entry-level l’autofocus non è molto preciso.

 

Piaciuto l'articolo? La media attuale è: 4,86 (7 voti) 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

Autore:

ideatore e fondatore del blog fotografareonline.it, grazie ad una grande passione per la fotografia digitale ed il web design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*